Valtournenche a pochi chilometri da Cervinia: sci e non solo

Indubbiamente famosa per la vicina Cervinia, Valtournenche è una località posta a 1500 metri di quota nell’omonima vallata. Grazie alla sua veloce ovovia, che dal paese permette di arrivare sino ai 2200 metri delle piste, si possono evitare gli ultimi km di strada per raggiungere Breuil Cervinia.
Dal paese vi è anche una navetta gratuita che porta gli sciatori alla telecabina. Da Valtournenche si può raggiungere Zermatt tramite la Funivia del Plateau Rosa attraverso l’area sciabile di Cervinia. Per attraversare il confine occorre un documento d’identità valido e l’estensione dello skipass per poter andare sul versante svizzero.

Le piste

Valtournenche, Breuil Cervinia e Zermatt formano il comprensorio italosvizzero chiamato Matterhorn Ski Paradise, con gli impianti della stazione di Valtournenche che proprio per la comodità descritta qui sopra, sono stati resi più moderni, con la sostituzione di numerosi skilift e con le seggiovie. Le piste per lo sci, tutte molto alte, sono poco affollate: io ricordo di non aver mai fatto coda in nessun impianto, ma di aver sciato tutto il giorno senza nessuna attesa.

Non solo sci

Valtournenche è considerata anche la zona delle famose guide alpine del Cervino. I percorsi per gli appassionati sono tantissimi, tra cui una pista riservata allo scialpinismo di circa 7 km e 1300 m di dislivello. Un parco giochi attrezzato con 2 tapis roulant e gonfiabili è situato alla partenza della sciovia baby, in località Cime Bianche, ed offre divertimento per tutti i bambini, anche per quelli più piccoli.

In zona Salette c’è un bellissimo snowpark con jumps, linea rail e pipe, adatto ai principianti e servito da tapis roulant per le risalite. L’unico rimpianto di questa stagione sciistica che ormai si sta concludendo è stata proprio non avere mai provato a fare snowboard come invece speravo di fare, ma ci riproverò nella prossima stagione, in questa ho optato ogni volta per “sci & rifugi” per divertirmi e per assaggiare tantissime e gustosissime specialità locali.

In conclusione… in questa stagione sciistica mi sono concessa la gioia di partecipare ad una gara di slalom gigante… ed è stato davvero, davvero emozionante. Questa è un’esperienza che consiglio veramente a tutti, anche ai meno bravi (non importa il risultato…) perché è troppo emozionante sentirsi, anche solo per qualche minuto, un po’ come le leggende italiane dello sci.

 

Lascia un commento