Vacanza o weekend…io ho scelto un agriturismo!

Nella scelta delle mie mete, soprattutto quelle estive, non era proprio contemplato l’agriturismo, non avevo mai pensato che potesse essere invece un’ottima soluzione per passare qualche giorno in assoluta pace lontana dalla città, riscoprendo quelle piccole cose quotidiane che ci possono rendere davvero felici. Io vivo e lavoro a Milano, ormai lo sapete, e Milano non è assolutamente una città facile da vivere, è sempre così caotica, frenetica, la quotidianità tra gli impegni di lavoro e il tempo libero porta ad essere sempre di corsa e con in testa un sacco di cose da fare. E proprio mentre ero a lavoro riflettevo su quale potesse essere il modo migliore per staccare qualche giorno da tutto quello stress e… l’agriturismo (io ho optato per trovarne uno in Toscana…) si è rivelato a 360 gradi la scelta migliore…

Agriturismo: la ricerca di quello giusto

La ricerca dell’agriturismo è stata divertente: sono partita dal dare un’occhiata generale per poi restringere la ricerca pensando a cosa volevo veramente trovare nella struttura, cosa mi facesse stare bene e cosa soddisfacesse i bisogni di quel momento. Un esempio? Piscina, wifi gratis, barbecue… ecc. ecc. Anche la distanza (o meglio vicinanza…) da casa ha inciso molto nella mia scelta.
Consiglio: prendete in considerazione questo tipo di vacanza o weekend soprattutto se avete bisogno di staccare un po’ da tutto per il semplice motivo che… funziona veramente!!

Agriturismo: staccare la spina dalla quotidianità

La mia giornata tipo di quei giorni era molto, molto, distensiva: mi svegliavano gli uccellini che cinguettavano al mattino, un suono piacevole se ascoltato nel modo giusto, dopodiché io e il mio ragazzo ci preparavamo una colazione diversa dal solito, a mio parere questo è uno dei piccoli trucchi che differenziano i risvegli definiti da “devo correre al lavoro” a quelli da “sono in vacanza”. L’unico mio dovere giornaliero era poi quello di raggiungere la piscina e scegliere se ascoltare la musica oppure leggere un libro, la mente era sempre libera da orari e obblighi e ritengo che le giornate così siano il vero modo per staccare la spina dalla quotidianità.

Agriturismo non vuol dire noia

Non ho pensato nemmeno per un attimo che tutto questo ozio mi avrebbe annoiata. Oltre a leggere e ad ascoltare musica, in agriturismo, si possono organizzare escursioni sia a piedi che in bicicletta, conoscere la zona visitando i centri storici o i borghi vicini. Si può partecipare alle attività organizzate dalla struttura, se vicino c’è il mare, come nel nostro caso, la gita di un giorno diventa ancora più bella perché è portata di mano, e ancora nuotare in piscina o chiacchierare sui lettini, e, cosa da non sottovalutare, organizzare un semplice aperitivo in terrazza o cuocere la carne sul barbecue con tutta calma…

Agriturismo: conclusioni

In conclusione posso affermare con certezza che proverò a soggiornare in tutta la decina di agriturismi che soddisfacevano le mie esigenze e che mi sono appuntata per una vacanza o per un weekend futuri. La mia frenesia, la mia curiosità di vedere e la mia voglia di viaggiare senza mai fermarmi un attimo devono essere alternate a questi momenti di vita di assoluta beatitudine.

Lascia un commento