pinzolo

Pinzolo punto strategico per gli amanti della montagna e non solo

Oggi vi porto con me in Trentino, in una piccola località punto strategico sia in estate che in inverno per gli amanti della montagna e non solo. Vi porto a Pinzolo, di cui avete già sentito parlare da Laura nel suo post su Madonna di Campiglio.

Pinzolo: la sua posizione strategica

Collocata in Val Rendena a 785mt, Pinzolo si presenta come una piccola località (anche se è il maggiore centro della valle) perfetta in ogni stagione dell’anno per grandi e piccini. Insomma il luogo ideale per le famiglie che qui possono godersi la montagna e tutto quello che offre lontano dal caos di cittadine ben più note e di più grandi dimensioni. In breve tempo si può raggiungere Madonna di Campiglio con i propri mezzi o con i mezzi pubblici o ancora approfittando della telecabina che le collega (da consultare il calendario di apertura). Offre impianti e altre attrezzature sportive di ultima generazione, ma nel complesso rimane un piccolo paese alpino ricco di tradizione e storia.

Pinzolo: un po’ di storia

L’edificio più antico di Pinzolo è la Chiesa di San Vigilio, eretta (secondo alcune testimonianze) intorno all’anno 1000, ma la cittadina così come la vediamo ora risale al 1515. La sua posizione l’ha eletta a località turistica fin dalla fine del 1800 quando vennero costruiti i primi alberghi che ospitavano gli scalatori stranieri (in prevalenza inglesi e tedeschi) che arrivavano qui per le loro “imprese”. Dopo la metà del secolo scorso questa predisposizione allo sport divenne il fiore all’occhiello di Pinzolo, con la costruzione di diversi impianti sportivi di diverso genere (specie per le attività estive) e degli impianti di risalita al Doss del Sabion. Questo ovviamente portò all’espansione dell’industria turistica con l’aumento delle strutture ricettive. Con il passare degli anni Pinzolo ha saputo restare al passo con i tempi, modernizzando i propri impianti, divenendo così un vero punto di riferimento per tutta la valle.
Pinzolo inoltre è meta preferita dalle squadre italiane di calcio per il ritiro estivo durante il quale la cittadina si veste dei colori degli “ospitati” con un’atmosfera di festa continua.

pinzolo
Foto da pinzolodolomiti.it

Pinzolo: oltre lo sport

Se è vero che lo sport e il turismo, collegati tra loro, sono la forza di Pinzolo è anche vero che chi si trova a trascorrere del tempo qui può godere della vitalità di questo piccolo centro, con i suoi negozi, i suoi locali e la sua ospitalità, che davvero vi sorprenderà. Io ci sono stata per tre anni consecutivi in estate (in occasione del ritiro estivo della mia squadra del cuore) e mi sono sentita a casa ogni volta. Certo non ci sono grandi bellezze artistiche ma girovagare per le sue viette è sempre un piacere.
Un paio di curiosità: in centro troverete una piccola cappella, una vera chicca. Inoltre lungo la strada principale, quella che sale verso la telecabina, nella parte più a valle, davanti ai negozi, troverete un susseguirsi di pietre calpestatili con i nomi di alcune città: sono tutte le mete dei migranti che partiti da Pinzolo si sono stabiliti in giro per il mondo. Alcuni hanno fatto ritorno, altri hanno lasciato per sempre la cittadina natia.

pinzolo

Nei dintorni poi avrete davvero modo di sbizzarrirvi: cascate, laghi, altre località, tutto a poca distanza. E non dimenticate i prodotti tipici, specie quelli enogastronomici, prelibatezze imperdibili dalla carne salada alla grappa, dal miele ai salumi. Ci sono diversi negozi dove trovarli ma anche nei supermercati della zona se volete risparmiare qualcosa.

pinzolo

Foto di copertina da pinzolodolomiti.it

Lascia un commento