Perdersi nei labirinti in Italia

Chi non ha mai sentino nominare il Labirinto di Cnosso a Creta? Chi non avrebbe voluto testimoniare di Teseo che con l’aiuto di Arianna uccise il Minotauro? Non potendo farlo, potete però visitare i labirinti più belli in Italia per perdervi nel fascino di quel mistero che da sempre rappresentano…

IMG_20160426_211754

I labirinti più belli d’Italia

Il Labirinto della Masone, Fontanellato, (PR): questo è uno dei labirinti più grandi d’Europa. Totalmente realizzato in bambù, comprende una bibblioteca e una Galleria d’Arte che si possono visitare compresi nel prezzo del biglietto d’ingresso che è di 18€. I manoscritti sono dell’editore Franco Maria Ricci, che è il fondatore di questo magnifico labirinto. Il reticolo sembra piccolo, ma, una volta entrati, le vie con le canne di bambù sembrano tutte uguali e non è facile arrivare all’uscita senza buttare più volte un occhio alla cartina che viene data all’ingresso…

IMG_20160426_205308

Gli specchi e il Minotauro nel Castello di San Pelagio, Padova: solo se ti lasci affascinare dal piacere di perderti arrivi al Minotauro che si trova al centro del labirinto. Lungo il percorso si incontrano Arianna e Teseo. Questi personaggi mitologici offrono uno spunto di riflessione sulla loro vicenda… Il labirinto degli specchi, invece, non ha vicoli ciechi, non ci si può perdere…ma è particolarmente suggestivo e ricco di storia…

IMG_20160426_211018

Il labirinto vinicolo di Kränzelhof, Merano (BZ): inaugurato nel 2006, il labirinto vinicolo di Kränzelhof è nato dall’ampliamento di una tenuta vinicola ed è unico nel suo genere: il pavimento di pietra conduce alle vie che sono in continua espansione. Si possono visitare le cantine dell’azienda e si può partecipare alle degustazioni che vengono organizzate…

IMG_20160426_211126

Il Labirinto di Donna Fugata, Ragusa: il labirinto è fatto completamente con la pietra locale a differenza di quello che si legge in genere. Tutte le mura erano ricoperte dalle rose che impedivano sia di scavalcare le mura che di cercare l’uscita arrampicandosi (cercando così una via d’uscita)… Piccola curiosità: il Castello di Donnafugata è uno dei luoghi immortalati dalla fiction Il Commissario Montalbano ed è un affascinante luogo da visitare…

IMG_20160426_211044

Villa Pisani, Stra (VE): il labirinto vegetale ha mantenuto il suo impianto originale settecentesco con i suoi nove cerchi concentrici costituiti da siepi di bosso. Al centro una torretta dotata di doppia scala esterna elicoidale per confondere ancora di più i visitatori. Il labirinto di Stra fu concepito essenzialmente per scopi ludici, come un labirinto d’amore in cui perdersi per poi ritrovare la giusta via e ottenere l’agognato premio…

 

Pare che i labirinti psicologicamente rappresentino nel nostro inconscio il desiderio di perdersi per poi ritrovarsi…confermiamo questa teoria???

Lascia un commento