Monteverdi Marittimo, una bella sorpresa

Monteverdi Marittimo per me è stata una vera sorpresa. Ci sono arrivata, con mio marito, quasi per caso, solo perché avevamo prenotato un hotel particolare (di cui vi parlerò più avanti, ma non pensate a cose “strane”) per festeggiare una data importante. In realtà non avevamo neanche intenzione di addentrarci in paese, ma poi la curiosità e qualche ora libera a disposizione ci hanno fatto cambiare idea, mai scelta fu più azzeccata.

La storia di Monteverdi Marittimo

Vi basterà davvero poco tempo per visitare questo piccolo borgo arroccato su una collina della provincia di Pisa. Ma vi assicuro che vale la pena fare quattro passi per le sue strette viuzze, chiamate “rughe”. Ma prima di raccontarvi cosa troverete vi dico che il suo nome non deriva dalla vicinanza al mare, che infatti non c’è, ma dall’appellativo antico con cui era chiamata la Maremma “Marittimo”. Per questo molti piccolo borghi maremmani portano questo aggettivo nonostante la lontananza dal Tirreno (ad esempio Massa Marittima). Direte, ma cosa c’entra Monteverdi con la Maremma? Il paese è situato su una delle vie di comunicazione tra la Valle di Cecina e la Maremma appunto. Per quanto riguarda la sua storia non c’è una data ben precisa: la prima vota che viene nominato in un documento è con la costruzione del Monastero di San Pietro in Palazzuolo (i cui ruderi purtroppo non ho avuto modo di vedere, ma ci tornerò) nel 754, ma sono stati rinvenuti resti di una strada romana alle porte del borgo.

monteverdi-citta

Il paese

Non sono tantissime le cose da vedere, o meglio all’interno del borgo sono solo due i veri luoghi di interesse: la Chiesa di Sant’Andrea e la Cappella del Santissimo Sacramento. Per il resto non vi attende altro che un reticolo di viuzze, piccole piazzette e belvedere sparsi lungo il perimetro che vi toglieranno il fiato.

monteverdi-chiesa-panorama

I dintorni

Monteverdi è facilmente raggiungibile sia dal mare che dall’interno delle province di Pisa e Livorno. Nei suoi dintorni non mancano i luoghi di interesse tra i quali il borgo di Canneto. A qualche decina di chilometri troverete poi Volterra, cittadina d’arte che non potrete perdere e di cui un giorno vi parleremo.

Lascia un commento