Lucca Comics & Games: un evento unico

Prima di parlarvi di Lucca Comics & Games devo fare due precisazioni: la prima è che tutto quello che vi dirò è per esperienza pregressa, quest’anno gli impegni familiari mi hanno tenuta lontana dalla manifestazione. L’altra è che questo post arriva un po’ in ritardo per l’edizione 2017 (se non decidete di fare una follia last second), ma che vale per ogni edizione, quindi prendete appunti per il prossimo anno.

Lucca Comics & Games: la tradizione

E’ una tradizione per Lucca essere invasa nei giorni della manifestazione: sono centinaia di migliaia gli appassionati di fumetto che si riversano per le vie della città toscana ogni anno da 51 anni. Già perché Lucca Comics & Games arriva a Lucca nel 1966 quando era semplicemente la seconda edizione del “Salone Internazionale dei Comics” (la prima era stata a Bordighera). Nel 1976 l’evento divenne biennale e negli anni a seguire non sempre furono rose e fiori. Un’edizione annullata, quella del 1988 e diversi passaggi di mano e l’ultima edizione del “Salone” nel 1992, quando gli organizzatori decisero di non farlo più a Lucca perché il Comune non era più in grado di garantire la copertura finanziaria delle spese. Ma la manifestazione non lasciò formalmente Lucca: il Comune tramite l’Ente Autonome Max Massimino Garnier organizzò dal 1993 Lucca Comics, divenuta infine Lucca Comics & Games nel 1995. Nel 2000 la gestione è totalmente del Comune. Dal Palazzetto dello Sport, nel 2006 l’intera manifestazione è tornata all’interno delle mura, colorando la città e dando modo ai visitatori di godersi anche Lucca.
Mai scelta fu più giusta da parte dell’amministrazione cittadina: i Comics, come li chiamiamo noi lucchesi, continuarono a crescere di anno in anno, divenendo ben presto una delle mostre/mercato del fumetto più grandi d’Europa. Ecco perché per gli appassionati e non è divenuta una tappa fissa.

Lucca comics & games

Lucca Comics & Games: l’evento

Ma cosa succede a Lucca nei giorni dei Comics? Praticamente di tutto. L’evento vede protagonisti gli stand di vendita dei fumetti dislocati nei vari tendoni sparsi per la città ed in alcuni palazzi.
Ma non solo: diverse sono le mostra a corredo della manifestazione. E poi concerti, attività didattiche, proiezioni, spettacoli, una sezione dedicata ai giochi, con tornei e concorsi, e molto altro. Immancabili anche gli incontri con i singoli autori, sia in conferenze che presso i singoli stand. E infine… i Cosplay. Dal 2000 è stato indetto il concorso che negli ultimi anni è divenuto uno degli appuntamenti più seguiti.
Non vi stupite dunque se girando per le strade incontrerete i personaggi dei fumetti più amati, e non solo, anche qualche visitatore più eccentrico e ironico.
Ogni anno ovviamente ci sono novità perché ogni edizione è unica. Lo so che parlo da lucchese e quindi da una che con l’atmosfera dei Comics ci è cresciuta, ma se vi capiterà di partecipare mi darete ragione.

Lucca comics & games

Lucca Comics & Games: iConsigli

Partiamo col dire che la manifestazione si tiene a cavallo tra ottobre e novembre, in concomitanza con il ponte del primo novembre (esistono eccezioni come questa del 2017 in cui è iniziato il primo e si concluderà il 5).

Come vi ho detto ogni anno gli eventi che fanno parte della manifestazione cambiano e quindi vi consiglio da consultare sempre prima il programma per decidere quando organizzare la vostra “visita”.
Potete raggiungere la città in auto (ci sono diversi parcheggi nei dintorni di Lucca dove potrete lasciare l’auto con un servizio navetta che vi porterà “in centro”) o in treno, molto comodo visto che vengono aumentate le corse che collegano i maggiori capoluoghi toscani con Lucca. Attenzione al rientro: recatevi in stazione per tempo perché nelle ore di punta di deflusso ci sono code anche per raggiungere i binari.

I biglietti sono acquistabili online con largo anticipo e ci sono di diverse tipologie, anche per più giorni.

Portate i bambini ma non troppo piccoli. Calcolate che la città viene letteralmente invasa e i più piccoli potrebbero non resistere alla calca.

Se posso darvi un ultimo consiglio è quello di evitare la toccata e fuga. La città si anima di un’atmosfera davvero magica e godersela per qualche giorno è davvero un’esperienza unica. E poi potrete cogliere l’occasione anche per visitare il capoluogo toscano che di bellezze ne ha davvero tante. Se decidete di darmi ascolto considerate di prenotare il vostro alloggio mesi prima: ci sono appassionati che prenotano di anno in anno…

Comics

Lascia un commento