Consigli utili per scoprire le bellezze di Kiev

Forse vi chiederete cosa spinge una ragazza a visitare Kiev, città dell’Ucraina. Forse la voglia di viaggiare, di visitare prima o poi ogni angolo del mondo, forse gli amici, forse le passioni o forse il desiderio di sentirsi libera di camminare in ogni angolo della terra, per quanto mi riguarda, un po’ per tutti questi motivi.

La città di Kiev

Questa metropoli è bellissima, affascinante, pazzesca, piena di vita, vi racconto quello che ho visto, ma di certo ci sarebbe stato molto di più. Visto il mio interesse per i monumenti ho visitato la Kiev-Pechersk Lavra, una distesa di cupole dorate con vista su Dnipro, il loro fiume.

kiev dnipro

Sotto al monastero c’è un  labirinto con le spoglie mummificate dei monaci, ricco di mistero e di fascino, con le candele accese nel buio più totale. La visita alle celle in cui i monaci hanno vissuto murati praticamente vivi in preghiera mi hanno impressionato e angosciato. Gli esterni sono ampi, con alberi e giardini in cui si può passeggiare in completo relax.

monastero kiev

A Pasqua il giardino interno viene decorato con uova colorate dalle diverse province ucraine. Particolarissimo e da fotografare assolutamente.

palla kiev

Di fronte a San Michele c’è Santa Sofia, uguale ma allo stesso tempo diversa. La cattedrale è racchiusa in un parco, delimitato da mura, dove i religiosi svolgevano la loro vita. La cattedrale all’interno è affascinante, in stile bizantino, oro e mosaici ed è possibile salire anche ai piani superiori.

cattedrale

Tra gli edifici grigi della città c’è un parco che ti fa sentire come in una fiaba, si tratta del Peysazhna Alleia. Lungo i sentieri di questo meraviglioso parco si possono vedere le sculture fatte a mosaico di gatti, conigli, ecc, i musicisti, i personaggi che fanno le bolle di sapone e sorseggiare un buon caffè, nel vederlo mi sono sentita come Alice nel paese della meraviglie.

parco

Mi concedete di modificare per un istante una celebre canzone milanese? Si? Fa così: “Oh mia bela Madunina…….ti te dominet………..Kiev” visto che Rodina Mat è un’immensa statua che domina tutta la città, si vede praticamente da ovunque. Si può raggiungere con una delle tante marshrutka, il tram ucraino oppure, se il tempo lo permette, con una bella camminata  dalla metro Arsenalna. (Nei dintorni anche molti carri armati e altri mezzi bellici. Una piccola curiosità: la spada è più corta di quanto originariamente previsto poichè altrimenti la statua sarebbe risultata più alta della cupola del vicino Monastero delle Grotte. Dentro il museo vedrete tante armi di ogni tipo rigorosamente usate nella seconda guerra mondiale dalle armate sovietiche!!!)

kiev statua

L’ultima cosa che sono riuscita a vedere è stata la scultura di Panikovski, credo sia soprattutto interessante per i fans dei libri su Ostap Bender. In caso contrario è solo un uomo cieco, in piedi in un piccolo cortile, con il quale è possibile fare paio di foto.
KIEV ULTIMA
Kiev mi è piaciuta tantissimo, è una città sicura anche di sera, non abbiamo mai avuto problemi di nessun tipo nemmeno a raggiungere a piedi i locali notturni. I posti dove mangiare sono tantissimi, la loro cucina tipica  è molto povera, ricordo di aver mangiato spesso pollo e patate e la cosa fantastica che ricordo con più piacere di questa città sono i caffè con libreria, che io personalmente adoro e che vorrei ci fossero in ogni paese.
 ILaura:
 
Dove dormire a Kiev: http://www.appartamentikiev.it/
maps kiev
Divertimenti:
Perché chi si ferma ha più vita, ma chi va ha più strade.
 
(Francisco Galvez)

Lascia un commento