babbo natale

Con iViaggi a casa di Babbo Natale: le nostre esperienze

Tornare bambini ed incontrare Babbo Natale fa piacere a tutti, ma se si ha un bambino piccolo in casa è una di quelle cose che non si possono non fare. E così con mio figlio, che ha solo 3 anni, sono già stata per ben due volte alla “Casa di Babbo Natale”, non quella in Lapponia (purtroppo), ma quelle che in ogni città vengono allestite in questo periodo, ed è stato magico.

Le case di Babbo Natale

Da nord a sud non avrete problemi da fine novembre a Natale a trovare un “casa di Babbo Natale”, ce ne sono per tutti i gusti e anche per tutte le tasche visto che l’ingresso non sempre (quasi mai) è gratuito.
Nel mio caso sono stata a Montecatini Terme (2014) e a Lucca (2017), due esperienze molto diverse per come è stato organizzato l’evento.

Nel primo caso la città si trasforma e diventa la vera casa di Babbo Natale. Diverse location per diverse attività e la possibilità anche di laboratori per i bambini. Alcuni eventi sono compresi nel prezzo del biglietto generale, altre sono a pagamento extra. Informatevi bene e organizzate al meglio la vostra visita consultando il sito ufficiale, così anche da regolarvi per orari e spese.
Sul portale potrete trovare anche “pacchetti vacanze” con hotel per chi viene da più lontano e decide di trascorre a Montecatini non un solo giorno. Per questo 2017 il villaggio natalizio ha aperto le porte lo scorso 11 novembre e resterà aperto fino al prossimo 6 gennaio, quindi siete ancora in tempo per farci un pensierino e magari far trovare i biglietti sotto l’albero ai più piccoli.

Nel caso di Lucca la questione è stata molto più ridotta. La casa era al piano terra di una vecchia struttura a ridosso delle Mura recentemente ristrutturata e adibita a eventi culturali. Nelle sale al primo piano invece i bambini, divisi a seconda dell’età, potevano partecipare e veloci laboratori, interessante e divertente soprattutto per i più piccolini. Al secondo piano uno spettacolo di burattini intratteneva bimbi e genitori. Come spesso accade per questi eventi la durata era solo di tre giorni. Eventi del genere li potete davvero ovunque. Non sono “avvolgenti” come altri, tipo quello di Montecatini, ma sono comunque un buon modo per far passare in allegria qualche ora ai vostri figli che potranno scrivere la famigerata “Lettera a Babbo Natale”.

Spesso case di Babbo Natale vengono allestite nei mercatini di Natale più grandi, piccoli spazi dedicati ai bambini magari per scattare una foto (che potreste utilizzare per i biglietti di auguri). E’ il caso ad esempio di Ricetto di Candelo come vi aveva raccontato Laura.

babbo natale

Le conclusioni

Ormai per molti eventi è tardi, ma potete sempre prendere degli spunti per il prossimo anno. Vedere lo stupore sui visi dei vostri figli vi assicuro che vi ripaga di fatica e soldi spesi. Non perdete questa occasioni se non per questo Natale 2017 almeno per i prossimi.

Detto questo iViaggi vi augura un felicissimo Natale, dandovi appuntamento a giovedì 28 dicembre con le ultimissime idee per Capodanno.
BUON NATALE!!!

Lascia un commento