lista di viaggi

iConsigli: fatevi una lista di viaggi!!!

Abbiamo tutti una lista di viaggi che almeno una volta nella vita vorremmo fare. I posti che sognano da sempre, vicini o lontani che siano. Per qualcuno saranno città, per altri spiagge bianche, per altri ancora cime da scalare. Ma la questione non cambia: abbiamo tutti delle mete da sogno. Certo la vita non sempre ci permette di realizzare ogni nostro desiderio e così, vuoi le finanze, vuoi il lavoro, vuoi le sfortunate coincidenze, alcuni di quei desideri rimangono sepolti e rispolverati solo in qualche occasione (una stella cadente, una candelina da spegnere…).

Ma se è vero che alla fine dobbiamo fare i conti anche con il destino, è anche vero che non dobbiamo farci cogliere impreparati, e lo dico perché se tornassi indietro ci sono scelte di viaggio che cambierei. Ecco perché oggi il mio consiglio è quello di fare una lista di viaggi e tenerla sempre con voi, tirandola fuori dall’agenda ogni volta che siete in procinto di organizzare un “fuga”.

keep calm and travel on

Come scegliere in base alla lista di viaggi

Ci sono dei punti sui quali basare le vostre scelte:

  1. Tipologia del viaggio è sicuramente uno dei primi punti da tenere in considerazione: gli anni passano per tutti e quello che si può fare a 20 anni non è detto che lo si sia in grado di farlo a 60. Esempio? Un bel trekking sulle montagne di tutto il pianeta. Niente vi vieta di farlo a 60/70 anni, ma forse avrete qualche difficoltà in più. I viaggi itineranti e/o avventurosi, zaino in spalla in giro per il mondo, potrebbero richiedere energie extra, ricordatevi di non lasciarli troppo nel cassetto.
  2. Bambini. Una delle mie più care amiche parlava dei suoi viaggi con il marito nei termini “ante niño, post niño”. Ecco questo potrebbe essere uno dei punti da cui partire per fare le scelte giuste. Specie da molto giovani (18-25 anni), spesso non si pensa a come la nostra vita potrebbe cambiare e quando. Per questo a volte ci si lascia sopraffare dall’entusiasmo del momento o dalle scelte del gruppo di amici. Ma attenzione, i rimpianti sono sempre dietro l’angolo. Io ne sono l’esempio lampante. e dieci anni fa avessi avuto la mia “lista di viaggi” probabilmente non avrei scelto New York per il mio “viaggio di laurea”, ma una meta più complicata da raggiungere una volta creata una famiglia, ad esempio il Giappone (dovranno passare alcuni anni prima di poter prendere in considerazione un viaggio simile con mio figlio). Già perché seppur per certi versi complicata, ma la Grande Mela è piuttosto a portata di mano… e infatti poi ci sono tornata con marito e prole. Quindi, tornando al succo del discorso, se avete dei viaggi che sognate ma che pensate possano essere difficili da realizzare con dei bambini piccoli (quando loro saranno grandi e indipendenti voi non sarete più nel fior fiore degli anni), fateli subito! Lasciatevi spiagge bianche e mete accessibili per i primi anni dei vostri figli, se avete intenzione di averne.
  3. Economia. Inutile girarci intorno: viaggiare costa e anche se è vero che si può risparmiare con le scelte giuste è comunque vero che o si viaggia zaino in spalla e autostop o un budget va messo in conto. Ecco perché se avete un lavoro ma ancora non avete spese perché siete da soli, o in coppia, ma vivete in famiglia, senza affitto o bollette da pagare, investite in viaggi costosi. E con questo non intendo dire che potete andare nel paese vicino al vostro ma in un super albergo (se volete farlo fatelo!), ma intendo dire di scegliere quelle mete che sono oggettivamente più care. In futuro potreste non avere la stessa disponibilità economica. (Nota bene, detto questo chi ha la fortuna di avere qualche risorsa in più non si periti e spenda anche solo per uno sfizio, nella vita e nei viaggi servono anche quelli).
  4. Viaggio di nozze. Con l’invenzione delle liste di nozze in agenzia di viaggio è possibile riuscire ad esaudire un sogno che altrimenti rischierebbe di restare chiuso nel cassetto. Quando dovete decidere la meta ricordatevi che molto probabilmente avrete a disposizione un budget che a cose normali non avete. Prendere la vostra lista e cercate il posto più proibitivo, potrebbe essere l’unica occasione che avete nella vita per raggiungerlo! (Vedi Novella e me in Polinesia Francese).
  5. Distanza e durata. Questo ultimo punto racchiude un po’ tutti gli altri. Quando prendete la vostra lista e la guardate prima di organizzare un viaggio calcolate le distanze. Andare molto lontano è più difficile e spesso più costoso. Con dei bambini piccoli, non impossibile ma più difficile, o può diventare complicatissimo se il lavoro non vi concede lunghi periodi di ferie. Se la meta è a più di 20 ore di aereo pianificare un soggiorno di una sola settimana potrebbe sbilanciare il rapporto “qualità – prezzo”, nel senso che spendere molto per poi restare in loco pochi giorni non avendo la possibilità di godersi il posto fino infondo potrebbe costringervi a rinunciare.

Credo di avervi dato tutti iConsigli del caso. Non sono una maestra di viaggi, ma ho un sacco di rimpianti e se qualcuno mi avesse detto di fare una lista di viaggi a 17 anni quando ho iniziato a viaggiare da sola, forse ora ne avrei meno…

Lascia un commento