Fuerteventura: tra spiagge, paesaggi mozzafiato e sport

Se avete una settima a disposizione e tanta voglia di girare e fare sport, Fuerteventura credo che sia proprio l’isola che fa per voi. Quest’isola, che fa parte delle Isole Canarie, recentemente è stata dichiarata Riserva Mondiale della Biosfera da parte dell’UNESCO, proprio grazie alla sua natura. Fuerteventura vanta paesaggi bellissimi e suggestive aree vulcaniche con tantissimi chilometri di costa e di spiagge dalla sabbia bianca e dorata e dalle acque cristalline dell’Oceano che gli fanno da cornice.

Fine di Corralejo

 I turisti che scelgono questa meta possono fare delle escursioni nell’entroterra, scoprire le meravigliose spiagge e provare il Surf, il Windsurf, il Sup e il Kate, prendendo lezioni in una delle innumerevoli scuole che ci sono nell’isola, proprio come ho fatto io.

Fuerteventura

Dove alloggiare a Fuerteventura

Sicuramente scegliere un appartamento come abbiamo fatto noi nei pressi di Corralejo è stata una scelta azzeccata perché si trova in un punto molto strategico: vicino al porto per chi arriva come noi in traghetto da Lanzarote, ma anche abbastanza vicino all’aeroporto di Puerto del Rosario, capitale dell’isola, per chi decide di raggiugere l’isola in volo. Gli appartamenti in questa zona sono tantissimi, il nostro era in un punto risolutivo per tutto: c’era un centro commerciale vicino con il supermercato, la stazione dei bus, numerosi auto e bici noleggio e la via principale di negozi e ristoranti, insomma la zona più indicata ad ogni necessità.

Fuerteventura

Le spiagge per me più belle di Fuerteventura

Grandes Playas a Corralejo:  chilometri e chilometri di sabbia sia all’interno con le famosissime Dune di Corralejo, sia sulla spiaggia, specialmente quando c’è bassa marea. Fare il bagno per me è stato praticamente impossibile, le onde in questa zona sono abbastanza alte, ma mi sono divertita a giocarci e a guardare i surfisti in azione. Il consiglio è di andare in queste spiagge al mattino, perchè poi l’acqua nel pomeriggio copre parte della spiaggia.
Veronica – Io ci sono stata in un periodo diverso (ottobre) e le onde non erano molto alte perché c’era poco vento. Bagno fatto nonostante l’acqua un po’ fredda.

2016-09-19_10-16-59

Playa de Sotavento, La Lajita, Jandia e Costa Calma: vento a parte, sono stati i chilometri e chilometri di spiaggia che ho preferito. Le spiagge sono grandissime e hanno delle piscine naturali dove si può fare pratica con gli sport d’acqua.

Playa de Sotavento

Playa de Cofete: quasi venti chilometri di strada sterrata per arrivare a Punta de Jandia, il punto più in basso di Fuerteventura per ammirarne il suo faro e successivamente la spiaggia di Cofete, passando dal Mirador de Cofete.

Mirador de Cofete

Una vera e proprio meraviglia della natura, una spiaggia con le onde altissime, il vento lì, infatti, è veramente forte, una spiaggia in stile selvaggio, ci sono perfino gli asini liberi e si incontrano spesso pecore e capre lungo la strada sterrata dalla quale si accede. Credo si possa raggiungere anche in bus, in quanto ho visto anche la fermata e dei bus piccolini. Noi abbiamo anche pranzato nell’unico ristorante che c’è in zona: ottima,tra i pochi piatti a disposizione, la frittata di patate.

Playa de Cofete

El Cotillo: tantissime calette formano questa lunghissima spiaggia che è una meraviglia della natura con gli scogli scuri che fanno da cornice ad un’acqua cristallina. E’ anche la spaggia dove ho fatto il corso di windsurf, quindi la ricorderò in codo particolare anche per questo. La spiaggia si trova a nord ovest, quindi a differenza di tutte le altre che sono nell’altra parte di costa, si può restare in spiaggia fino a tardi col sole.
Veronica – Arrivati nella cittadina di El Cotillo troverete diverse spiagge. La più selvaggia, meta di tutti i surfisti e dei corsi di surf, si trova a sinistra del paese. La riconoscerete perché passerete davanti ad una torretta con una coda di balena sulla cima. A destra invece troverete Los Lagos. La spiaggia si estende lungo tutta la lunghezza del paese, ma alla fine troverete questo posto magnifico fatto da una caletta chiusa dalle rocce nere e dei piccoli “laghetti” lasciati dall’alta marea. Attenzione però: questa spiaggia e meta dei nudisti, quindi se non vi piace avere persone senza costume intorno evitatela.

El Cotillo

fuerteventura-el-cotillo

Cosa vedere a Fuerteventura

Oltre alle spiagge descritte sopra ci sono anche dei paesi che meritano di essere visitati, innanzitutto la capitale, Puerto del Rosario, raggiungibile facilmente con il bus, se non volete affittare una macchina, la zona del porto è molto carina, ci sono tante belle sculture da vedere. La via che porta dalla stazione dei bus al porto è piena di ristorantini e bar dove mangiare qualche specialità anche locale e nel punto dei bus c’è il wifi gratuito, utilissimo per chi, come me, utilizzava solo wifi locali.

Puerto del Rosario

Altro paese dove vi consiglio di andare è Caleta de Fuste dove oltre alla spiaggia ci sono tantissimi ristoranti, alcuni più particolari si affacciano proprio sull’oceano e cenare o pranzare li è veramente romantico, oltre al fatto che si assaggiano svariate specialità spagnole e soprattutto canarie.

Caleta de Fuste

Anche Morro Jable è una tappa fissa da fare. Intanto li si può prendere il traghetto per Gran Canaria, ci sono tantissimi hotel lussuosi e super appartamenti. La via principale è caratterizzata anche da tantissimi negozietti, dove ho fatto tantissimo shopping e dalla vista del faro sulla spiaggia molto caratteristico.

Morro Jable

Il faro di Jandia, a Punta de Jandia è assolutamente da raggiungere, anche se è un po’ lontano, intanto per fare una foto sullla costa più a sud dell’isola e poi perché ci sono, raggiungibili a piedi dal faro, delle parti di costa con delle onde pazzesche da vedere.

Punta de Jandia

Il mio paese preferito, per la sua semplicità è stato Lajares, ci siamo passati per un paio di giorni in bus, al ritorno da El Cotillo a Corralejo e me ne sono subito innamorata per la sua naturalità, potrebbe essere senza dubbio il paese dove vorrei vivere: semplice, con qualche bar, pizzerie, scuole di surf e casette piccole con nel giardino la capretta, da favola aggiungerei.

Mulino a Fuerte ventura

Non siamo andati a visitare la Cueva del llano per scelta, essendo io aracnofobica era impossibile spingersi dentro la grotta dove pare, si possa vedere un particolare ragno giallo che popola la zona.

Fare sport a Fuerteventura

Se avete la possibilità e la curiosità di farlo, vi consiglio di provare a fare uno degli sport che si praticano sull’isola. Ci sono tantissime scuole a cui affidarsi per fare i corsi e provare l’emozione di salire su una tavola da surf.

Surf Fuerteventura

Fuerteventura con un bambino – Veronica

Come ormai sapete sono una viaggiatrice-mamma, o una mamma-viaggiatrice non so ancora quale sia l’ordine giusto. Quello che è chiaro è che le mie “trasferte” sono molto cambiate dall’arrivo di Samuele perché prima devo pensare a lui e al suo benessere e poi a tutto il resto. Ecco in questo caso posso assicurarvi che Fuerteventura è adatta a tutti, ma proprio a tutti. Quando ci sono stata (fine ottobre 2015) Samuele aveva un anno e un mese. Camminava, ancora traballante ma camminava, e aveva tanta voglia di muoversi. Abbiamo optato per un hotel a Corralejo che metteva a disposizione appartamenti con angolo cottura ma anche il servizio “all inclusive”. In poche parole noi adulti usufruivamo dell’al inclusive, il piccolo invece mangiava quello che gli cucinavo io (non era ancora abituato al cibo dei “grandi”) con qualche piccola aggiunta ai nostri pasti. La struttura è attrezzata per i bambini, con piscine adatte a loro e un’area gioco. Non ha la spiaggia privata ma un servizio navetta per le Grandes Playas di Corralejo. Navetta che non abbiamo utilizzato avendo un’auto affittata a nostra disposizione. Un consiglio, che noi abbiamo ricevuto e che vi giro: se non avete un periodo preciso in cui dover andare in vacanza optate per ottobre. A Fuerteventura, come in tutte le Canarie, c’è sempre vento, ma ottobre è meno ventilato degli altri mesi. Noi ci siamo stati dal 21 ottobre al 2 novembre (poco più di una settimana grazie ad un cambio di orario dell’aereo da parte di Ryan Air) ed abbiamo trovato un giorno e mezzo di brutto tempo (che abbiamo utilizzato per una gita a Lanzarote ed una nell’entroterra fino a Betancuria) e un solo giorno di gran vento. Per il resto ci siamo goduti la spiaggia in tutto e per tutto, anche se l’acqua del mare era un po’ freddina. Per questo viaggio non ci siamo affidati ad un’agenzia perché la cugina di mio marito vive a Fuerteventura e quindi ci ha indicato hotel, dove affittare l’auto e tutto quello che potevamo fare. Non avevamo speso neanche molto, ma quest’anno abbiamo visto che i prezzi erano notevolmente lievitati, quindi non vi do indicazioni precise per non indurvi in inganno. Chiudo dicendovi che Fuerteventura è adattissima anche ad una vacanza con i bambini quindi… PARTITE!!!

fuerteventura

Lascia un commento