Le città italiane per gli amanti della musica

Ci sono molte città italiane indicate per gli amanti della musica, io vi vorrei mostrare le mie preferite per farvi conoscere qual è il mio strumento musicale che amo di più, quali sono i posti più suggestivi legati alla musica e qual è un genere musicale che sto imparando ad apprezzare grazie al mio scrittore preferito.

Cremona, la città del Violino

E’ nella famiglia degli archi che ho scoperto il mio strumento preferito, il violino e Cremona è la città che lo rappresenta. Camminando per questa città si può ammirare il centro storico, ricco di palazzi antichi, chiese e di botteghe liutarie, che fanno scoprire un mondo davvero inaspettato. Una tradizione, quella del “saper fare liutario” molto antica che ricorda le famiglie Amati, Stradivari e Guarneri, così importanti per questa città. Merita una visita ovviamente il Museo del Violino, un posto speciale dove chiudere gli occhi e perdersi nelle dolcissime note che Cremona esegue per i propri visitatori.

Lucca, Città di Puccini

Uno dei cittadini più illustri di Lucca è Giacomo Puccini. Il noto compositore vide i natali proprio nel capoluogo, una terra che Puccini non smise mai di amare, anche negli anni di lontananza. Tanto da tornare, non a Lucca ma a Chiatri, Viareggio e Torre del Lago. E proprio a Torre del Lago è presente il Museo Villa Puccini, gestito dalla nipote Simonetta. Tornando a Lucca la casa natale del compositore è oggi il Puccini Museum. Ovviamente a Lucca non ci sono solo Puccini e la sua musica, ma tanta arte, storia e bellezza. Magari un giorno Veronica ve ne parlerà…

Milano, la Scala del calcio e della musica

Finora mi sono dedicata un po’ troppo alla prima non accorgendomi della seconda. La Scala di Milano è il tempio della lirica per eccellenza (qui erano di casa Verdi e Toscanini) per ora mi accontento di ammirarne da fuori la mastodontica struttura che da quando è stata ristrutturata è ancora più bella. Non potete non farci una capatina, almeno in piazza, se vi trovate nel capoluogo lombardo.

Perugia, Umbria Jazz & Pistoia, Pistoia Blues

Il mio scrittore preferito, Massimo Carlotto, accompagna i suoi racconti, e a volte anche la presentazione dei suoi libri, con la musica jazz e con il blues. Le due città italiane che rappresentano questi stili musicali sono senza dubbio Perugia per il jazz e Pistoia per il blues. L’Umbria Jazz si tiene a luglio nel capoluogo umbro ed è il momento dell’anno più indicato per visitare questa città già ricca di bellezze. Pistoia invece sempre d’estate ospita il Festival del Blues: un’occasione per visitare una splendida città d’arte e i suoi sotterranei…

Verona: l’Arena

Così vicina da me che vivo a Milano a Verona ho fatto una promessa: molto presto andrò a vedere un concerto di musica classica, cogliendo l’occasione per visitare qualcosa della parte della città un po’ meno famosa: come il medioevale Ponte Scaligero, la porta Romana Porta Borsari, la Torre dei Lamberti, la basilica di San Zeno e nelle giornate di sole il Parco delle Cascate di Molina.

L’itinerario della musica l’ho fatto con le città italiane che ho pensato di suggerire agli amanti della musica, ma ce ne sono molte altre legate ad artisti musicali o ad altri strumenti, quali sono quelle più legate a voi?

Lascia un commento