Tutti i colori delle Cinque Terre

I colori delle Cinque Terre stregano tutti coloro che le visitano: le casette tutte colorate sono caratteristiche di queste zone e sono una bellezza per gli occhi e una vera e propria gioia da fotografare.

Cinque Terre: Monterosso

E’ la più occidentale delle Cinque Terre e anche quella che (e qui stupirò tutti…) mi è piaciuta di più. Definita come un gioiello vicino al mare, ha un vecchio borgo, che è un incanto da vedere, e una parte più turistica, Monterosso al Mare, con diverse spiagge (stratosferica la spiaggia Fegina). Inoltre vanta importanti monumenti come la Chiesa di San Giovanni Battista, il Convento dei Capuccini e la Chiesa di San Francesco e il santuario di Nostra Signora del Soviore, il più antico Ligure.

Cinque Terre: Vernazza

Considerato uno dei borghi più belli d’Italia, è percorsa da strettissime e ripide viuzze che scendono verso la strada principale che finisce in una piazzetta situata di fronte al porticciolo, un vero e proprio incanto. Il porto è dominato dal Castello Doria e da qui è possibile fare il più bello scatto con la macchina fotografica girandosi con il mare alle spalle per immortalare il susseguirsi di colori delle casette che compongono il paese. Da non perdere la Chiesa Parrocchiale di S. Margherita d’Antiochia, monumento antico e quindi molto caratteristico e importante.

Cinque Terre: Cornaglia

Sorge su un promontorio a picco sul mare, ed è raggiungibile dalla fermata del treno salendo i 380 scalini più famosi della Liguria. In alternativa, per i più pigri come me c’è, il pulmino. La Chiesa Parrocchiale di San Pietro domina la piazza principale tra i ristorantini dove mangiare e i negozi di souvenir che si susseguono. Li troverete anche nelle viuzze laterali. Guardando dalla parte opposta dell’abitato, in direzione di Vernazza, si intravede in basso la famosa spiaggia di ciottoli del Guvano.

Cinque Terre: Manarola

E’ il secondo borgo dalla parte di La Spezia (anche se Manarola e Riomaggiore sono praticamente attaccati…) e si sbuca al centro del paese dopo aver attraversato una galleria. Seguendo la strada in discesa si arriva a una terrazza con vista oppure, salendo, si raggiungono viuzze che sbucano in terrazzine fiorite con viste meravigliose sul mare. All’ora di pranzo c’è solo l’imbarazzo della scelta: ristoranti vista mare o vista casette colorate o, come noi, focaccerie dove tra le tante va assaggiata la focaccia al pesto.

Cinque Terre: Riomaggiore

Si raggiungeva da Manarola attraverso la famosa “via dell’Amore“, che ora però è chiusa a causa della frana di alcuni anni fa. Oggi la soluzione più pratica è arrivarci in treno. Il paese è diviso tra la parte vecchia e la parte dei pontile dei battelli. Dalla stazione si sale verso la parte vecchia, tra i soliti ristorantini e negozietti, fino ad arrivare o all’alto del paese per osservare tutte le casette costruite a terrazza su più piani, oppure passando dalla Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista fino ad una terrazza sul mare dove ci sono anche le coltivazioni delle viti del  Sciacchetrà, un vino passito.

Cinque Terre: iConsigli

Per raggiungere i cinque paesi che vi ho descritto è consigliabile utilizzare il treno. Sono infatti molto vicini tra loro e le stazioni sono vicine ai centri. I parcheggi, tutti a pagamento, non sempre, invece, sono in posizioni comode.

Per ammirare i paesaggi circostanti, con i mille colori delle Cinque Terre si può scegliere di spostarsi da un paese all’altra attraverso i lunghi sentieri sui colli. Trovate tutte le indicazioni sul sito delle Cinque Terre.

Acquistando  la Cinque Terre card si ha la possibilità di salire e scendere dal treno un infinito numero di volte e l’aria condizionata al suo interno sarà anche un toccasana se le temperature saranno troppo alte nel periodo in cui scegliete di visitarle.

Consiglio di rifocillarsi scegliendo tra le tantissime focaccerie che ci sono nei vari paesi, ritengo che non serve sempre spendere troppo per mangiare se si è in giro di qua e di là a visitare vari paesini.

Ultimo suggerimento: se come me avete la fortuna di avere un amico che vi viene a prendere in macchina a Riomaggiore e vi porta a vedere i belvedere più belli della zona, che hanno dei panorami sul mare da togliere il fiato… allora sarete proprio fortunate e avrete bellissimi ricordi quando riguarderete le foto in ufficio…

Lascia un commento