Baku… quando una passione ti spinge fino in Azerbaijian

Baku, sede dei giochi Olimpici del 2015, è una città che consiglio di visitare perchè ha un fascino davvero unico.  L’unico documento necessario per il viaggio, oltre al passaporto, è il Visto e per averlo basta rivolgersi all’ambasciata azera a Roma (a noi è arrivato pochi giorni prima di partire). In quei giorni, era il dicembre del 2014, quando mi chiedevano dove sarei andata, facevo quasi fatica a pronunciarlo, “ragazzi vado in Azerbaijian”! Ora ve lo voglio raccontare con tutta la gioia con cui l’ho vissuto io, perchè spero di coinvolgervi talmente tanto che appena avrete finito di leggere questo racconto guarderete quanto costa un volo per arrivarci.

BAKU 7

Baku è affascinante, elegante, viva, curiosa, accogliente, pazza e romantica, non è semplicemente la destinazione di petrolieri o uomini d’affari, ma è una città da sogno piena di vita.  La capitale Azera si trova sulle rive del Mar Caspio, raggiungibile con un volo diretto in poco più di 4 ore, ma noi abbiamo scelto di volare su Istanbul, perchè al ritorno volevamo viverci una nottata di quest’ultima città, prima del rientro in Italia.

20141211_142551

Baky è straordinaria sia di notte che di giorno, le strade sono sempre trafficate, di giorno è quasi impossibile attraversare la strada senza utilizzare i sottopassi. L’unica zona tranquilla è la città vecchia, camminare all’interno delle mura attraverso il profumo delle spezie e dei ristoranti tipici è meraviglioso. Il loro cibo lo è, ricco di verdura cruda, carne ed erbe aromatiche tutto accompagnato dal the caldo o, a richiesta, dal loro vino e dal loro pane appena sfornato. Ma la Old city di Baku è anche piccole stradine,  negozi di tappeti e vista della Torre della Vergine, Patrimonio dell’umanità dichiarato dall’ Unesco ed è rappresentata sulla banconota da 10 Manat.

VECCHIA BAKU

In qualsiasi punto della città voi siate non potete non vedere le Flame Towers, un vero e proprio monumento nazionale. Sono spettacolari con tutto il gioco di luci che di sera  si alternano con la bandiera nazionale e le fiamme.  Le tre torri, situate nella collina, sono imponenti e si vedono da quasi tutta la città e di sera sono appunto illuminate dai colori della loro bandiera. Si possono raggiungere con una funicolare, oppure a piedi, la vista dal parco li vicino è stupenda, si vedono il mar Caspio, la costa e la bandiera più alta della città.BAKU2

BAKULa zona più bella per ammirarle, sopratutto di sera, è la zona chiamata Baku Boulevard, ovvero il lungomare, la rilassante passeggiata con da una parte i costosissimi  negozi e dall’altra piccole zone verdi e il Mar Caspio. Se amate la vita notturna e volete ballare fino all’alba non potete non andare all’ Eleven, noi ci abbiamo provato  ma abbiamo scelto, senza saperlo, il giorno sbagliato ovvero la sera  dell’anniversario della morte del presidente e in quella serata non si può andare in nessun locale, sono tutti chiusi o quasi (l’Infinity è sempre aperto, ma non è un locale per donzelle)

BAKU B

Vi invito ad andare a vedere anche la National Flag Square, che è una bandiera enorme, si può raggiungere continuando a camminare sulla Boulevard, tuttavia l’ingresso alla piazza della bandiera spesso è chiusa, ma le guardie militari sono molto cordiali e disponibili.

20141211_142545

Il museo più incantevole da visitare è senza dubbio l’Heydar Aliyev Cultural Center, già la vista da fuori è incredibile, all’interno c’è tutta la storia Azera dagli imperi a oggi. Si possono vedere i gioielli, i tappeti, i vestiti antichi e le più grandi opere di arte moderna, davvero favoloso.

BAKU MUSEO

Il nostro hotel era vicino a Fountain Square dove, nel periodo natalizio, vengono allestiti un grande albero e un piccolo mercatino. Questo parco si trova al centro della città, si può passeggiare tranquillamente ammirando anche da qui le grandi fiamme in lontananza verso l’alto.  Ci sono fontane, statue, orologi, venditori di zucchero filato rosa e pappagalli sulle piante liberi (li avevate notati?) e tutt’intorno ristoranti e locali di vita notturna, che inizia già dal tardo pomeriggio. Ricordo di essere andata in discoteca alle 19 di sera, cosa bizzarra per noi italiani.

BAKU 3

Parlando di Baku si parla anche della terra del fuoco e allora come non andare a vedere questo incanto della natura. Con un pullman ci siamo diretti fuori dal centro della città, impiegandoci circa 45 minuti, attraversando una parte della città un po’ diversa, la periferia più povera, dove si possono vedere addirittura macelli ai lati delle strade, catapecchie e tantissimi venditori di portoni e cancelli (non ho ancora capito perchè cosi tanti). Qui ci sono tantissime zone dove estraggono il petrolio e questa zona è  davvero affascinante.

BAKU PERIFERIA

Un  po’ sotto le aspettative invece il Fire Temple, ci sono tantissimi gatti coi baffi un po’ bruciacchiati che si fanno coccolare, io per tutta la visita guidata ne ho tenuto uno in braccio che poi avrei voluto riportare in Italia (se miagolava in Azero, mi chiedo come avrebbe comunicato con la mia gatta?!)  La guida ci ha spiegato che organizzano da tutto il mondo gite per questo posto, che è un luogo dove ci si può far cremare, ce l’hanno spiegato in Azero quindi spero di aver capito bene. Visto che l’Azerbaigian è la terra del fuoco, sorgente naturale di gas, ci fermiamo anche in altri punti prima di tornare in città dove possiamo vedere davvero il fuoco nella terra, un evento fenomenale da osservare.

20141212_121220

Una mattina in cui i miei compagni di viaggio dormivano ancora, ho preso da sola un taxi e mi sono messa a girare per la città. Ho così visitato due Moschee, dove mi hanno accolta e fatto da guida, col taxi che è rimasto fuori ad aspettarmi e ho raggiunto da fuori due ambasciate che volevo vedere, questo per dire che la città è sicura, abbiamo camminato spesso anche di notte in qualsiasi genere di via senza avere mai nessun problema. Devo indubbiamente ringraziare la mia passione, che ancora non vi voglio svelare per avermi fatto conoscere questa metropoli straordinaria.

ILaura:

Voli per Baku: http://www.skyscanner.it/

Dove dormire a Baku: https://it.rail.cc/baku/pernottamento/l/11593

Come muoversi a Baku: http://www.cittacapitali.it/asia/azerbaigian/baku_come_muoversi.htm

Viaggiare è come innamorarsi: il mondo si fa nuovo..

(Jan Myrdal)

Lascia un commento