Parigi

iTop: 5 cose imperdibili da fare e vedere a Parigi

Parigi val bene una messa disse una volta qualcuno. Ed è così. Parigi merita sempre una visita, che sia un soggiorno più lungo o una semplice capatina. Ne vale la pena per le sue bellezze artistiche, per le sue vie piene di storia e atmosfera, per l’arte che si respira ovunque, per il cibo, per lo shopping. Insomma… per tutto.
Ma se quello che assolutamente non potete non vedere ve lo ha già ben descritto Laura (il suo itinerario in 4 giorni può essere anche esteso a qualche giorno in più e qualche corsa in meno), quello che vorrei fare io è darvi qualche consiglio su delle piccole cose che a mio avviso sono imperdibili.

5 cose imperdibili da fare e vedere a Parigi

Parigi a Natale

Che le città del “nord” siano meravigliose nel periodo natalizio lo sanno tutti. Riescono a diventare stupende anche quelle più anonime figuriamoci Parigi. Ho avuto la fortuna di passare ben due volte il capodanno nella capitale francese, due esperienze molto differenti, ma entrambe ricche di atmosfera. La prima volta fu nel 2003, all’epoca c’era ancora lo spettacolo pirotecnico organizzato dal “comune”, gli Champs-Élysée erano impraticabili e sotto la Tour Eiffel si era scatenata una sorta di guerriglia urbana. La seconda nel 2013, a dieci anni di distanza i fuochi d’artificio non c’erano più, e il famoso viale alberato era molto meno affollato tanto da consentirci di attendere lì la mezzanotte. Ma se tutto questo era cambiato quello che era rimasto immutato era la meraviglia. Certo anche gli addobbi erano cambiati, si erano modernizzati (io preferivo quelli vecchi ma fa lo stesso), ma quello sfavillio è unico. Non potete non vedere Parigi nel periodo natalizio almeno una volta nella vita.

Parigi natale

Baguette e Brie nel parco

Se a New York è obbligatorio mangiare un hot dog nel parco a Parigi è obbligatorio gustarvi una baguette con il Brie. E se non vi piace il Brie con qualunque altra cosa francese. La baguette, specie se è ancora calda, è divina. La sentirete scrocchiate tra le vostre mani, e il profumo vi rapirà il cuore, oltre che il palato. Di parchi a Parigi poi ce ne sono tanti e tutti bellissimi. Trovate quello che vi piace di più, una panchina all’ombra (se è bella stagione) e perdetevi in questi sapori tipici. Potete farlo anche con un croissant caldo al mattino, vedete voi.

Parigi brie

Non solo Louvre

Ok non si può andare a Parigi senza aver visitato il Louvre. Non si può tornare a casa senza aver visto La Gioconda, ma non limitatevi. Organizzate il vostro soggiorno in modo tale da inserire anche qualche altro museo, perché quello che potrete vedere a Parigi è unico. Un consiglio? Il Musée d’Orsay. Non solo è eccezionale il patrimonio conservato al suo interno, ma anche la location merita la visita: una vecchia stazione ristrutturata. Ma ovviamente è solo un esempio…

Parigi orsay

I macarons di Ladurée

Colorati, croccanti, dolci… in una parola… fantastici. Non potrete dire di aver mangiato un macaron se non lo avete fatto da Ladurée, sugli Champs-Élysée. Il negozio è sontuoso, vi sembrerà di essere stati catapultati nel passato. Potrete degustare quelle prelibatezze lì o farvi preparare una scatolina da portare con voi. Li troverete più cari che in altre pasticcerie parigine ma valgono qualche euro in più.

Parigi macaron

Comprare un quadro a Montmartre

Vi assicuro che non ce la farete: quando arriverete nella famigerata piazzetta degli artisti di Montmartre non resisterete e porterete a casa un quadro. Non importa se sarà piccolo (se viaggiate con il bagaglio a mano sarà molto piccolo), ma sarà stato acquistato a Montmartre, dove si respira arte da sempre. Potrete anche favi fare un ritratto. Ricordo che la seconda volta che ci andai un ragazzo mi offrì un ritratto, rifiutai. Ma forse sbagliai, la sua somiglianza con Van Gogh era inquietante, magari ci avrei fatto un affare…

Parigi quadro

Lascia un commento